GIORGIO CORONA

GIORGIO CORONA

Gli inizi al Cinisi dove nel campionato di Promozione segna 34 reti in 28 gare,[senza fonte] nel 1997 va al Milazzo, dove con Pasquale Marino allenatore arriva secondo dietro il Messina, realizzando 19 reti.[senza fonte] L'anno dopo sale di categoria vestendo la maglia del Messina.

A Tricase realizza 10 reti e segna alla sua ex squadra. Il Tricase arriverà sesto.

Nel 2000 passa dal Tricase al Campobasso, va a segno 15 volte. Segue il trasferimento al Giugliano in Serie C2 in stagione 2001-2002 e successivamente passa al Brindisi, in C2. Al Brindisi, nel 2002-2003, con 20 reti è il migliore marcatore del torneo e vince la Coppa Italia di Serie C 2002-2003 siglando il gol decisivo in finale di ritorno allo stadio "Franco Fanuzzi" di Brindisi.

Acquistato dal Catanzaro in estate 2003, alla prima apparizione nei campionati di Serie C1, con 19 reti segnate superò il precedente record di marcature per stagione detenuto da Massimo Palanca per la squadra giallorossa, contribuendo alla promozione in Serie B, ottenuta dal club dopo quattordici anni. Esordisce in Serie B l'11 settembre 2004 in Catanzaro-Bari (2-1) segnando dopo 13 minuti la rete del momentaneo 1-0. La squadra calabrese arriva ultima in entrambi i successivi campionati di Serie B (nel primo caso venne ripescata), Corona in queste due stagioni segna 27 gol.

Acquistato dal Catania per 600 000 euro[6] a giugno 2006, debutta in Serie A il 10 settembre 2006 a 32 anni in Cagliari-Catania (0-1), siglando il gol vittoria. Nella stagione 2006-2007 segna 7 reti in Serie A.

A luglio 2007 torna in Serie B acquistato dal Mantova dove in due stagioni sigla 17 reti.

Il 9 luglio 2009 è ingaggiato dal Taranto.[7] Debutta con la maglia rossoblu il 2 agosto 2009 in Coppa Italia contro il Cosenza. Segna la prima rete stagionale alla prima giornata di campionato di Lega Pro, Taranto-Real Marcianise, regalando alla squadra jonica il primo successo stagionale. Partecipa alla prima vittoria esterna contro il Pescina Valle del Giovenco su calcio di rigore. Realizza la doppietta alla prima giornata del girone di ritorno in Real Marcianise-Taranto.

Il 18 agosto 2010 passa alla Juve Stabia.[8] Con la squadra stabiese totalizza 13 gol e vince la Coppa Italia Lega Pro 2010-2011 il 27 aprile 2011. Il 19 giugno 2011 realizza il gol del 2-0 all'88' contro l'Atletico Roma in finale play-off di ritorno giocata allo Stadio Flaminio di Roma. La Juve Stabia torna in Serie B dopo sessant'anni dall'unica partecipazione.

Il 30 giugno 2011 termina il prestito con le vespe e rientra Taranto; il 2 agosto 2011 rescinde il contratto col la squadra pugliese.[9]

Messina[modifica | modifica wikitesto]

L'8 agosto 2011 firma contratto con l'ACR Messina, Serie D, tornando in riva allo Stretto dopo dodici anni.[10] Sigla il suo primo gol stagionale in Coppa Italia Serie D, con l'HinterReggio su rigore, nella partita vinta dalla squadra peloritana 9-8 dopo i rigori (il tempo regolamentare finì 1-1). Si ripete col Palazzolo, in campionato, alla settima giornata siglando il gol vittoria del Messina. A fine stagione realizza 13 gol in 29 presenze in campionato e centra i play-off col Messina, dopo i 4 punti di penalizzazione. Il Messina è eliminato dal Cosenza alle fasi eliminatorie.

Nella stagione 2012-2013 resta al Messina dove realizza 16 gol in 32 presenze in campionato, contribuendo alla promozione della squadra in Lega Pro Seconda Divisione.

La stagione successiva veste la maglia bianco-scudata e con 11 reti in 31 partite contribuisce alla seconda promozione consecutiva della squadra peloritana approdando in Lega Pro.

Nella stagione 2014-2015, nonostante i 12 gol messi a segno in 36 partite complessive, non riesce ad evitare la retrocessione dei siciliani in Serie D dopo i play-out persi con la Reggina.

Chiude così la sua seconda esperienza con il Messina con 139 presenze e 56 gol complessivi (130 e 54 in campionato) che, sommati alle statistiche del 1998-1999, fanno in tutto 166 presenze e 59 gol.

Giorgio Corona
   
Nazionalità  Italia
Altezza 188 cm
Peso 83 kg
Calcio 
Ruolo Attaccante
Squadra Atletico Catania
Carriera
Squadre di club1
1996-1997  Cinisi 28 (34)
1997-1998 Milazzo 33 (19)
1998-1999 Messina 27 (3)
1999-2000 Tricase 33 (10)
2000-2001 Campobasso 32 (15)
2001-2002 Giugliano 26 (13)
2002-2003 Brindisi 31 (20)[1]
2003-2006 Catanzaro 109 (46)
2006-2007 Catania 32 (7)
2007-2009 Mantova 56 (17)
2009-2010 Taranto 33 (8)
2010-2011  Juve Stabia 31 (13)[2]
2011-2015 Messina 126 (52)[3]
2015 Scordia 8 (2)
2015- Atletico Catania 18 (11)